Matrimonio albanese, favola che rivive

Comunicato stampa “Matrimonio Arbëreshë

 

Il matrimonio arbëreshë per un buon proposito futuro. Il Comune di Santa Sofia d’Epiro che, grazie al contributo Pac Calabria 2014/2020 Azione 1, riparte con un punto forte della sua tradizione.

Due giorni di studio e di confronto, ma anche di emozioni nel comune di Santa Sofia che, per volere dell’amministrazione comunale guidata dal sindaco Daniele Atanasio Sisca, punta alla riscoperta dei valori fondanti, abbinandoli a una promozione turistica di buon livello.

Venerdì 24 settembre alle 18 si terrà una tavola rotonda nei locali della biblioteca civica “Angelo Masci”, dibattendo sulla tutela delle minoranze linguistiche. Con “Riscopriamo il nostro antico patrimonio culturale per dare un futuro all’Arberia: iniziative e proposte” si cercherà di dare oltre i temi standard, proponendo anche soluzioni per il futuro.

Saranno presenti oltre al sindaco Sisca, l’ambasciatore dell’Albania dott.ssa Anila Bitri Lani, l’esperto di cultura e costumi arbreshe (e dir. artistico dell’evento) il prof Francesco Scorza, il docente Unical prof. Francesco Altimari, e il docente dell’Università di Palermo, il prof. Matteo Mandalà. A coordinare i lavori il giornalista Massimo Maneggio.

Domenica 26 settembre dalle ore 20 la rappresentazione del matrimonio arbëreshë.  Un evento molto sentito in città, che coinvolgerà tanti ragazzi e tanti esperti, uniti nella consapevolezza di poter riportare in alto una pagina importante della propria comunità.

Amministrazione Comunale

Santa Sofia d’Epiro

16/09/2021

 

Ulteriori info sui canali social: https://www.facebook.com/ComuneSantaSofiadEpiro/

https://www.instagram.com/comune_santasofiadepiro/?hl=it

Appello ai candidati bisignanesi: collaborate con i sofioti per il futuro

APPELLO AI CANDIDATI A SINDACO DI BISIGNANO:  “PARTICOLARE ATTENZIONE PER LE ZONE DI CONFINE”.

Quella delle zone di confine tra Santa Sofia d’Epiro e Bisignano (in particolare per le cosiddette “zone a monte”) è una “triste” questione ormai nota a tutti. Tali zone subiscono da anni un graduale abbandono da parte delle istituzioni bisignanesi per via della loro collocazione geografica. Numerosi sono i disagi che i cittadini subiscono quotidianamente, a partire dalla scarsa manutenzione alle infrastrutture (con particolare riferimento alla viabilità) alla mancanza della rete fognaria, alla carenza idrica che quest’anno ha raggiunto livelli record (fino a 25 giorni consecutivi con i “rubinetti a secco” in alcune zone). In merito a quest’ultima problematica, tra l’altro, si segnalano ben tre interventi con il nostro mezzo autobotte presso alcune famiglie con anziani e bambini.

Tutti conoscono la mia idea di apportare una variazione di confine tra i Comuni di Santa Sofia d’Epiro e Bisignano, ne avevo discusso più volte con gli ex amministratori bisignanesi e, in un dialogo di recente, anche con il sub-commissario prefettizio. Dirò di più, lo scorso mese di maggio stavo per riunire il Consiglio comunale che presiedo per poterne discutere anche coinvolgendo i cittadini residenti in tali zone. Un’idea poi sfumata a causa della crisi politica all’interno dell’amministrazione comunale bisignanese e al successivo scioglimento del consiglio comunale. Episodi che mi hanno reso doveroso rimandare tale discussione al termine della crisi e del successivo commissariamento. Anche perché sarebbe stato scorretto approfittare della momentanea debolezza di un’amministrazione in crisi.

Ora però i tempi sono maturi per rinnovare la discussione e ridare a queste zone, una volta per tutte, la giusta dignità che meritano. Il prossimo mandato amministrativo che sta per nascere sarà cruciale per porre fine ai gravi e persistenti disagi.

Due sono le soluzioni: interventi mirati, immediati e concreti nei confronti di tali zone da parte del Comune di Bisignano oppure l’inevitabile avvio del procedimento per la variazione del confine.

La prima, ovviamente, esclude la seconda. Anche perché l’obiettivo è soltanto uno, ovvero il benessere dei cittadini.

Non è mia intenzione colpevolizzare nessuno, conosco bene le difficoltà e le problematiche che attanagliano i nostri Comuni e so bene quanto sia difficile riuscire a garantire anche i servizi essenziali, soprattutto per le zone periferiche e distanti dal centro abitato. La principale causa del problema, infatti, non è l’inerzia amministrativa, ma – come accennavo in premessa – la collocazione geografica di tali zone, portandole logisticamente a un distacco da Bisignano per essere perfettamente integrate socialmente e logisticamente a Santa Sofia d’Epiro.

Tale dato di fatto, però, non deve lasciarci inermi in quanto formalmente è il Comune di Bisignano che in tali zone ha competenza per la fornitura dei servizi essenziali. Di conseguenza, la circostanza secondo cui il Comune di Santa Sofia d’Epiro si sostituisce ad esso (non solo ora, ma anche sotto la guida dei miei predecessori) non può passare inosservata.

Serve uno sforzo maggiore da parte della futura amministrazione bisignanese: servono interventi concreti e soprattutto azioni di supporto nei confronti del Comune di Santa Sofia per quanto concerne i servizi da quest’ultimo offerti, primo fra tutti il servizio scuolabus.

In particolare, alla luce di quanto constatato in questi anni, con la presente chiedo ai candidati a Sindaco e alle rispettive liste di candidati alla carica di Consigliere Comunale di impegnarsi a garantire quanto segue:

  • Interventi immediati e concreti sulla viabilità (che non siano semplici rattoppi o interventi di “fortuna”) finalizzati a garantire le condizioni minime di sicurezza della viabilità comunale e soprattutto a favorire i collegamenti da e verso queste zone;
  • Supporto (già dal prossimo avvio dell’anno scolastico 2021/202) tramite compartecipazione alle spese sostenute dal Comune di S. Sofia d’Epiro per l’espletamento del servizio scuolabus in tali zone (così come già previsto dal Comune di Bisignano con Delibera di Giunta Comunale n. 222 del 11.11.2015);
  • Realizzazione della rete fognaria (assente in gran parti di tali zone);
  • Interventi mirati sulla rete idrica e sui serbatoi comunali per evitare (o quanto meno diminuire) l’insostenibile carenza idrica.

 

Ciò è quanto chiedo al futuro Sindaco di Bisignano. È ovvio che, senza risposte concrete, il progetto di riordino dei confini comunali sarà prontamente avviato, non potendo più sorvolare sui disagi sopra richiamati.

Rivolgo un caloroso “in bocca al lupo” a tutti i candidati a sindaco e ai rispettivi candidati alla carica di consigliere comunale. Rivolgo a Voi un sentito augurio per una campagna elettorale costruttiva e all’insegna del confronto politico.

 

Daniele Atanasio Sisca

Sindaco di Santa Sofia d’Epiro

 

Differenziata, l’impegno continua

E TU? TI DIFFERENZI?

Amministrazione Comunale di S. Sofia d’Epiro

 Campagna di sensibilizzazione sul rispetto dell’ambiente

 

MARTEDI’ 17 AGOSTO 2021

  • dalle ore 9.30 alle ore 13.00 presso “G. Chimento Distribuzione” in c/da Mustica.
  • dalle ore 14.30 alle ore 17.00 presso il Bar/Gelateria “Bifano” in c/da Acci.
  • dalle ore 17.30 alle ore 20.30 presso “Demi Market” in c/da Cavallodoro.

 

MERCOLEDI’ 18 AGOSTO 2021

  • Dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e dalle 17.00 alle ore 19.00 presso l’Accademia della Musica sita in Via Mustica Grande

 

Nei luoghi e negli orari sopraindicati saremo presenti per sensibilizzare la popolazione sul rispetto dell’ambiente e sulle corrette modalità per lo svolgimento della raccolta differenziata.

Saranno distribuiti ad ogni famiglia un kit di buste da utilizzare per la raccolta dei rifiuti, materiale divulgativo contenente i benefici di una corretta raccolta differenziata e saranno inoltre illustrati i dati sulla raccolta differenziata nel nostro Comune.

 

 

Vi Aspettiamo!!

 

#FaiLaDifferenza

 

 

 

Programma estivo, un’estate di eventi

 

Il calendario degli eventi promossi dall’Amministrazione Comunale e dalle Associazioni sofiote.

Potranno esserci modifiche in base all’andamento epidemiologico e alle diverse esigenze derivanti dal rispetto della normativa anti-covid.

🔴 “ESTATE SICURA” S. SOFIA – ieri incontro programmatico tra sindaco, forze dell’ordine ed organizzatori degli eventi.

Si è tenuta ieri mattina una riunione programmatica tra il sindaco, il comandante del Comando Carabinieri di S. Sofia d’Epiro, le associazioni e i gruppi che hanno promosso eventi culturali, musicali e sportivi al fine di programmare insieme tutte le misure da adottare per lo svolgimento in sicurezza degli eventi in programma.
Le associazioni si sono dimostrate sensibilissime nell’adottare tutte le misure previste dalla normativa vigente, soprattutto negli eventi con maggiore affluenza di pubblico.
Gli eventi già programmati rimangono quindi confermati; sono state apportate alcune variazioni in merito all’apertura straordinaria del Museo nelle ore serali prevista dall’1 al 31 agosto (momentaneamente sospesa) e all’annessa Tavola Rotonda in programma per il 2 agosto che sarà rinviata a nuova data.
Rimane invece confermato l’evento organizzato da Epiroots Family che si terrà questa sera dalle ore 18.00 presso la Villa Comunale.
Ovviamente potranno essere apportate modifiche in base all’andamento epidemiologico generale, anche alla luce dello screening mediante tampone rapido che sarà effettuato questo pomeriggio.

Una nuova donazione per il museo del costume

Una nuova donazione per il Museo del Costume

Clicca quì per il video su Facebook —>  https://fb.watch/v/1XYf4RkNh/

Una domenica di lavoro e soddisfazione per la partenza delle iniziative sul matrimonio arbëreshë.

Al Museo del Costume è stato donato il manufatto sartoriale Frymerè® come testimonianza storica del vissuto arbëreshë nel periodo della pandemia covid-19.

A realizzarlo, l’artista Carla Gallo: «La forza, la tenacia e l’amore per la mia terra e le mie origini sono intense. Mi hanno ispirato nel realizzare le mie creazioni, per unirci

fortemente nel rispetto, nella cura e nell’amore reciproco. Questo manufatto lo condivido con la comunità arbëreshë come prova di evoluzione, come testimonianza di quanto abbiamo vissuto e stiamo ancora vivendo a causa della pandemia. La nostra cultura non vedrà mai tramonto ma l’alba di nuovi giorni».

La mascherina donata al Museo del Costume, ben custodito dal responsabile Franco Miracco, ha il nome Frymerè®, dall’albanese “frymë e re” (nuovo respiro) perché, per ricominciare, tutti hanno bisogno di un nuovo respiro.

Valori importanti, come ribadito dal sindaco Daniele Atanasio Sisca: «La cultura arbëreshë è caratterizzata da una ricca tradizione orale e da usi e costumi importanti. Oggi la nostra cultura si evolve: dopo 500 anni di storia riparte la testimonianza per mezzo della pandemia. Il nostro è un progetto che vorrà stupire nel corso di queste settimane, ringrazio sin da ora la consigliera Nunzia Spagnuolo e quanti stanno lavorando alacremente e con spirito di sacrificio».

Un messaggio recepito da tutti i presenti e anche dalla cultrice della materia, Maria Teresa Conte, che ha rimarcato come in questa idea vi siano dei contorni innovativi e degli orizzonti evolutivi molto importanti per la comunità.

Prossimamente ulteriori iniziative arricchiranno l’estate sofiota, improntata su un matrimonio che, seppur basato sulla tradizione, guarda con ottimismo e speranza al futuro.

 

 

Amministrazione Comunale Santa Sofia d’Epiro

05/07/2021

 

Ulteriori info sui canali social: https://www.facebook.com/ComuneSantaSofiadEpiro/

https://www.instagram.com/comune_santasofiadepiro/?hl=it

Matrimonio arbereshe, un sogno di vita per il presente

Comunicato stampa “Matrimonio Arbëreshë”
Un matrimonio arbëreshë da valorizzare, con un occhio alla tradizione e uno alla riscoperta dei valori. È questa la missione del Comune di Santa Sofia d’Epiro che, grazie al contributo Pac Calabria 2014/2020 Azione 1, e insieme a partner come il Consorzio Colline di Cosenza e della Pro Loco, vorrà privilegiare un punto di forza della sua tradizione nel corso di quest’estate.
Sarà un vero e proprio viaggio attraverso la terra sofiota, per riscoprire i luoghi, i sapori e le tradizioni del matrimonio arbëreshë, elemento caratteristico e foriero di grande fascino.
«Questo è un progetto innovato – ha dichiarato il sindaco di Santa Sofia d’Epiro, Daniele Atanasio Sisca – perché la tradizione del passato va vista e vissuta con gli occhi del presente. Ringrazio sin da ora la mia amministrazione comunale e tutti i protagonisti di quest’evento, perché vogliamo lanciare un segnale di fratellanza e speranza con la nostra iniziativa».
Ricco il programma, partendo dalla conferenza stampa che si terrà in streaming domenica 4 luglio: i protagonisti del progetto spiegheranno nel dettaglio il cartello degli eventi. Sempre domenica, si terrà una cerimonia con la donazione al Museo del Costume arbëreshë locale del manufatto sartoriale Frymere®. A donarlo, Carla Gallo – artista culturale – porgendo una testimonianza storica del vissuto albanese nel periodo della pandemia covid-19.
Altri eventi e iniziative sono in cantiere nel mese di luglio e soprattutto ad agosto, dal 1° al 31 ci sarà l’apertura in ore serali del Museo del Costume, con visite guidate che comprenderanno anche l’erbario della riserva del lago di Tarsia, nonché una mostra pittorica dell’artista Davide Palazzani.
Il 2 agosto, invece, è confermata la tavola rotonda nei locali della biblioteca civica “Angelo Masci”, mettendo al centro del dibattito la tutela della minoranza arbëreshë e il suo ruolo sia nel passato che nell’attualità.
Il 10 agosto nella splendida cornice di piazza Sant’Atanasio si terrà una serata speciale con la sagra dell’eccellenze tipiche locali, per rivivere i gusti e i sapori di un tempo, grazie anche al supporto del Consorzio Colline di Cosenza.
Il gran finale è previsto per il 19 agosto con la vera e propria rappresentazione del matrimonio arbëreshë. Il rito e la sua rievocazione saranno un’attrattiva importante sia per le comunità locali, nonché per i turisti. Consapevoli di vivere – nel presente – qualcosa di unico e affascinante proveniente da una tradizione ricca e meravigliosa.
Tutti i lavori saranno seguiti con attenzione dallo staff comunicativo, che terrà aggiornato i canali social dell’Ente.

Amministrazione Comunale Santa Sofia d’Epiro
02/07/2021
Ulteriori info sui canali social: https://www.facebook.com/ComuneSantaSofiadEpiro/
https://www.instagram.com/comune_santasofiadepiro/?hl=it

Acqua e carenza idrica, il problema sta diventando serio

Comunicato stampa su carenza idrica

Le notizie che arrivano sul fronte idrico e le ultime comunicazioni sul Trionto non ci lasciano tranquilli. Senza acqua, capacità ridotta, sofferenze per tutti quanti: Non è accettabile, non più che accada questo in piena estate.

I paesi legati alla Sorical meritano di avere il servizio idrico più che degnamente. È una situazione sempre più paradossale, compromessa a causa dalla mancanza di acqua potabile. Chiediamo pubblicamente, inoltre, un pronto ed energico intervento del prefetto per risolvere una volta per tutta un problema che riguarda l’igiene, la sanità e la sicurezza.

Vogliamo che ci sia una presa di coscienza definitiva, non è la prima volta che si verifica questo, dovrà essere invece l’ultima. Siamo stufi ma anche battaglieri per questa battaglia civile.

Il sindaco e l’amministrazione comunale di Santa Sofia d’Epiro

Estate, una serie di eventi in paese

Estate 2021 – Work in progress.
Sarà un estate soft, senza particolar eventi per le restrizioni covid che ancora permangono, ma non faremo mancare momenti di intrattenimento culturale e occasioni di svago soprattutto per i più piccoli.
Si partirà con il Centro Estivo che si protrarrà per tutti il mese di luglio e sarà rivolto ai ragazzi dai 6 ai 14 anni e si svolgerà in un unica sede presso il centro sportivo di Via Scigata (non potrà svolgersi anche nella sede si Cacciugliera per via dei lavori in corso).
Ci sarà un laboratorio suddiviso in 3 moduli (musicale, teatrale e di lingua arbëreshë) rivolto sempre ai ragazzi, che si svolgerá presso la Biblioteca Comunale.
Presenteremo una raccolta di fiabe redatta dallo Sportello Linguistico.
 Sarà poi realizzato l’evento culturale “Un Viaggio attraverso la terra sofiota per riscoprire i luoghi, i sapori e le tradizioni del matrimonio arbëreshë” finanziato dalla Regione Calabria che prevede lo svolgersi di diversi eventi culturali che termineranno il 19 agosto con la rappresentazione della celebrazione del “Matrimonio di Una Volta”.
Sarà dato spazio agli agricoltori sofioti con la tradizionale “Sagra delle Eccellenze Locali” …. e tanto altro ancora che man mano comunicheremo.
 Domani 24 giugno sarà pubblicato l’avviso di adesione al Centro Estivo 2021, quindi invito tutti a presentare domanda in modo da poter organizzare al meglio le attività.
I moduli saranno reperibili sul sito del Comune o direttamene presso l’Ufficio Protocollo.