Video del consiglio comunale del 22 ottobre 2020

Da poco terminata la seduta di Consiglio Comunale.

Abbiamo approvato importanti punti che prevedono la realizzazione di numerosi interventi infrastrutturali, sociali e culturali per il rilancio del nostro territorio.

Abbiamo apportato una variazione al bilancio comunale con la previsione di uno stanziamento, a valere sul fondo infrastrutture sociali messo a disposizione del Ministero per il Sud e la coesione sciale, di 26.000,00 che sfrutteremo per interventi di manutenzione straordinaria sul territorio.

Abbiamo dato atto dell’ottenimento da parte del nostro Comune di un cospicuo finanziamento per la progettazione di tre importanti lavori.
L’importo finanziato della progettazione è di 153.000,00 per un importo totale di lavori pari ad euro 950.000,00, così ripartiti:
– interventi di mitigazione del rischio idrogeologico e messa in sicurezza del territorio in C/da Scesi (importo lavori 450.000,00 euro)
– interventi di mitigazione del rischio idrogeologico e messa in sicurezza del territorio in C/da Nicoletti (importo lavoro 500.000,00 euro)
– interventi di mitigazione del rischio idrogeologico e messa in sicurezza del territorio in C/da Cavallo d’Oro (importo lavori 400.000,00 euro)
Una volta terminata la fase progettuale passeremo al secondo “step” con il reperimento dei fondi per l’attuazione degli interventi.

Abbiamo approvato il regolamento per la gestione del demanio civico ed infine abbiamo apportato una variazione al “Piano delle Alienazioni e Valorizzazioni immobiliari” per poter mettere ordine agli immobili adibiti ad edilizia residenziale.

Il tutto preceduto da un momento di raccoglimento per la prematura scomparsa del Presidente della Regione Calabria Jole Santelli.

Avanti tutta per #Rilancio del Nostro Paese 💪❤️

Il sindaco Daniele Atanasio Sisca

Ponte, il rilancio ė una prioritá

Sono stati posti in essere gli interventi di manutenzione sulla direttrice Sp241 che collega Santa Sofia d’Epiro a Cosenza e Tarsia ed in particolare sul ponte che passa proprio sul fiume Crati, interventi necessari in considerazione della disastrosa condizione in cui versava la strada.
Il sindaco di Santa Sofia Daniele Sisca ha precisato come  “tali interventi sono stati realizzati nell’interesse dei tanti cittadini sofioti che ogni giorno percorrono quella strada ma non sono di certo risolutivi del problema. La consigliera comunale Nunzia Spagnuolo sta inoltre portando avanti il procedimento avviato qualche tempo fa dal commissario prefettizio e finalizzato all’individuazione dell’ente titolare della strada. Difatti, il comune di S. Sofia non è l’ente titolare ma la stessa risulta contesa tra diversi enti ovvero il Comune di S. Sofia d’Epiro, il Comune di Tarsia, la Provincia di Cosenza e il Consorzio di Bonifica”. Nelle prossime settimane si svolgerá quindi un tavolo tecnico con gli enti suddetti per addivenire ad una conclusione definitiva dal punto di vista amministrativo.
La consigliere con delega alla z.i., Nunzia Spagnuolo, ha aggiunto: ” Si sono conclusi in questi giorni i lavori di messa in sicurezza del tratto di strada
tra Santa Sofia e Tarsia: ė un tratto di fondamentale importanza per lo sviluppo e il collegamento di una vasta area strategica, in cui sono presenti numerose attività idustriali, agricole e ristorative. Sono orgogliosa di aver concretizzato quanto previsto dalla campagna elettorale, ringrazio il sindaco Daniele Sisca e l’intera amministrazione comunale per il supporto”.
L’amministrazione sofiota ha ringraziato inoltre quella di Tarsia e il loro sindaco Roberto Ameruso per l’impegno profuso e per la sinergia mostrata nel risolvere i problemi.

Ecodistretto, il pensiero del sindaco Sisca

Questione Eco-distretto, interviene il Sindaco di S. Sofia d’Epiro.

Da qualche settimana vi è un accesso dibattito per la presunta realizzazione dell’eco-distretto nel Comune di Acri. Il sito presso il quale tale opera dovrebbe nascere (precisamente in località Chianette) dista circa 7 km dal territorio Comunale di S. Sofia d’Epiro, per tale ragione ho avvertito il dovere di entrare nel processo che sta portando alla realizzazione al fine di comprenderne meglio gli effetti positivi e negativi che quest’opera potrà produrre nel nostro territorio.
Difatti, nei giorni scorsi, dopo essermi confrontato con le autorità competenti, ho chiesto di partecipare ai tavoli tecnici che da qui a breve verranno effettuati.
Ovviamente siamo ancora nella fase embrionale, la procedura di realizzazione è ancora lunga, ma ad ogni modo ritengo necessario informare i miei cittadini su una questione che li riguarda molto da vicino.
Sono diversi i fattori che dobbiamo valutare, primo fra tutti quello ambientale; poi vi è il problema viabilità, occorre capire se anche le stradi provinciali che passano o che servono il nostro comune possano essere interessate dai mezzi pesanti che porteranno i rifiuti nell’eco-distretto, se così fosse occorrono garanzie per la loro manutenzione dato che già versano in pessime condizioni.
Insomma, prima di qualsiasi nostra determinazione è necessario effettuare un’ampia valutazione. Ad ogni modo è giusto che i cittadini siano informati sulla realizzazione di un’opera così importante. Nelle prossime settimane, infatti, dopo essermi confrontato con gli attori principali informerò più dettagliatamente i miei concittadini anche attraverso incontri pubblici.
Il primo passo è quello dell’informazione, un eventuale nostra presa di posizione non dovrà certamente essere dettata da suggestioni fuorvianti o da ragioni politiche, occorre solo capire quali potranno essere le ricadute positive e quali quelle negative e alla fine trarne le conclusioni.

Daniele Sisca – sindaco Santa Sofia d’Epiro