La salute a ogni costo

Senza risposte e senza valido supporto da parte dell’autorità sanitaria, saremo costretti a provvedimenti forti, primo tra tutti la chiusura della scuola a partire da dopodomani.

Qualche giorno fa ho denunciato pubblicamente il grave ritardo nelle operazione di tracciamento, tamponamento e comunicazione dei risultati dei tamponi effettuati.
Ad oggi nulla è cambiato, anzi la situazione è del tutto peggiorata.
Occorrono provvedimenti forti prima che sia troppo tardi; di certo non aspetteremo passivamente che la situazione ci sfugga di mano.
Oggi, dopo aver discusso con i Dirigenti dell’Azienda Sanitaria, abbiamo chiesto che vengano adottati idonei provvedimenti per la tutela della salute dei cittadini di S. Sofia d’Epiro.
Abbiamo proposto una giornata di tamponi sul nostro territorio comunale con strutture messe a disposizione dal Comune ed eventualmente anche con personale sanitario volontario che ha già dimostrato la disponibilità a collaborare con noi e con l’Asp.
In subordine abbiamo chiesto il potenziamento della sede USCA di Acri.
Qualora non dovessimo ricevere risposte concrete e risolutive della problematica entro la giornata di domani, saremmo costretti ad adottare provvedimenti restrittivi, primo tra tutti la sospensione delle scuole di ogni ordine e grado a partire da dopodomani.
I casi attualmente attivi nel nostro paese sono soltanto 5 e sono anche sotto controllo, ma quasi sicuramente questo numero è destinato a salire in considerazione di quello che sta accadendo intorno a noi.
Il tracciamento e ormai andato in tilt ed è nostro dovere tutelare la salute e la sicurezza dei nostri concittadini.
E lo faremo a qualunque costo.
Vi terremo comunque costantemente aggiornati.

Daniele Atanasio Sisca – sindaco S.Sofia d’Epiro